4 modi per incrementare il proprio utile con la pagina del Planning

La pagina del Planning è una funzionalità di AimSafe che viene attivata sottoscrivendo l’abbonamento Formazione e che consentente di pianificare l’organizzazione dei corsi valutando le necessità formative dei lavoratori fino ad 1 anno di distanza.

Essa rappresenta, in assoluto, una delle funzioni più apprezzate dai nostri utenti per le possibilità di ottimizzazione dell’attività di formazione che mette a disposizione.

In questo articolo, vogliamo mostrarvi 4 modi per usare questa pagina per aumentare la vostra efficienza. Continua a leggere

Automazione vs. personalizzazione: le scelte di AimSafe

Alcuni utenti che hanno provato AimSafe hanno sollevato delle obiezioni in merito alla non completa automatizzazione di tutti i processi. Tali rilievi, in particolare, riguardano l’approccio adottato nell’impostazione delle date di scadenza della formazione o nella mancanza di specifiche schede o mansioni.

In questo articolo ritorniamo sull’approccio metodologico che abbiamo adottato e che ci ha indotto a sacrificare alcuni automatismi, sicuramente utili agli utenti meno esperti, a favore della possibilità, per i tecnici professionisti, di personalizzare e adattare lo strumento a tutte le possibili esigenze. Continua a leggere

Informazione, sorella minore della formazione?

Nel corso degli anni, particolare enfasi, è sempre stata riservata al tema della FORMAZIONE. Ben conosciamo il percorso che, dal 2011, ha portato ad una definizione sempre più puntuale dei contenuti e delle modalità di erogazione dei corsi di formazione, tanto da raggiungere forse un’eccessiva esasperazione.

Altrettanta precisione normativa non è stata riservata, invece, al tema dell’INFORMAZIONE considerata, erroneamente, figlia minore della formazione o, peggio ancora, obbligo adempiuto dalla formazione. Continua a leggere

Perché un ente di formazione dovrebbe utilizzare AimSafe – prima parte

AimSafe è uno strumento e come tutti gli strumenti può funzionare molto bene o risultare completamente inutile: la differenza è fatta da chi lo utilizza e dalla conoscenza che egli ha delle potenzialità offerte dallo strumento.

Inauguriamo oggi una serie di articoli su come usare al meglio i servizi di AimSafe in base alla tipologia di attività svolta, partendo dagli enti di formazione.

Prima di iniziare la lettura tenete a mente il punto di forza principale di AimSafe: la condivisione dei dati. E’ possibile creare uno spazio comune tra soggetti diversi per condividere informazioni su cui collaborare. Tanto più sfrutterete questa funzione, tanto più giovamento ne otterrete.

Quali sono i principali problemi che un ente di formazione si trova ad affrontare?

1) anagrafica: vi è mai capitato di faticare per avere l’anagrafica degli allievi? All’azienda magari avete inviato un file da compilare, ma dopo diversi giorni ancora nulla e il corso si avvicina. Gli allievi hanno compilato l’anagrafica sul registro ma in maniera incomprensibile: risultato dovete rifare gli attestati;

2) aggiornamento dell’organico: alcune aziende affidano all’ente di formazione la gestione dei corsi, ma non sempre le informazioni sono aggiornate, soprattutto a causa del turnover. Un esempio? Chiamate l’azienda X per l’aggiornamento triennale di un incaricato del primo soccorso ma vi dicono che si è dimesso un anno fa. Scatta la domanda, ma fino ad oggi avevate individuato un sostituto o no? Qualunque sia la risposta il risultato è che avete perso la possibilità di fare un corso di primo soccorso per un nuovo incaricato.

3) generazione e invio degli attestati: la parte più lunga e noiosa del Vostro lavoro non è in fondo quello di produrre gli attestati?

4) remind ai clienti: ci sono clienti che meritano la chiamata per ricordare le scadenze. Ma chissà quanti clienti seguite che magari hanno formato da voi una sola persona. Alzare il telefono e chiamare potrebbe non convenire economicamente.

5) riempire le aule: se decidete oggi di organizzare un corso di primo soccorso, come fate a riempire l’aula? Spulciate un database con tutti i Vostri clienti? Inviate una newsletter sperando che non finisca in spam e che qualcuno la legga? Telefonate alle aziende e ai consulenti con cui collaborate?

6) archiviazione: altra spina nel fianco: dove archivio i registri e gli attestati? Quanto tempo perdete a produrre duplicati degli attestati che l’azienda o il lavoratore ha perso? Quante volte vi sentite dire: mi può rimandare l’attestato, sicuramente ce l’ho da qualche parte ma sono disordinato e ora mi serve per far entrare il lavoratore in cantiere.

Ok, i miei problemi li conosco. Hai una soluzione?

La soluzione è molto semplice: l’azienda cliente, il consulente con cui collaborate, il consulente del lavoro, il medico competente, sono tutti soggetti che operano attorno a certi dati e, tra tutti, la gestione di questi dati diventa semplice, veloce, efficiente.

Basterebbe ottenere la loro collaborazione per disporre di informazioni sempre aggiornate. Se a questo aggiungiamo un gestionale estremamente semplice in grado di risolvere gli altri problemi il gioco è fatto!

Per avere gestionale e collaborazione è sufficiente utilizzare AimSafe e leggere la seconda parte di questo articolo per scoprire la soluzione di ogni problema!

Enti di formazione e consulenti: una collaborazione vantaggiosa

La collaborazione tra enti di formazione e consulenti formatori, in tema di sicurezza sul lavoro, rappresenta un rapporto ormai consolidato, supportato da una suddivisione delle competenze ben definita.

I consulenti detengono i rapporti con i clienti e le competenze necessarie per la docenza. Competenze che, spesso, sono maturate sul campo e aggiornate non solo tramite lo studio, ma grazie all’esperienza diretta.

Gli enti di formazione, da parte loro, sono titolari di quegli accreditamenti che la normativa impone come obbligatori per l’erogazione di determinati corsi. Accreditamenti che, inoltre, con l’accordo stato regioni approvato lo scorso 7 luglio, hanno assunto una rilevanza ancora maggiore. Continua a leggere

GAP Analysis normativa: a chi serve?

Cos’è la GAP Analysis?

Per GAP Analysis si intende il processo finalizzato ad individuare la differenza che intercorre tra lo stato attuale e un obiettivo che l’organizzazione si è posta. Da questa analisi ne deriva il programma di attuazione e l’assegnazione di adeguate risorse. Continua a leggere

La gestione delle competenze aziendali

La competenza dei soggetti coinvolti nei diversi processi aziendali è un fattore fondamentale, che l’organizzazione deve in qualche modo definire, monitorare e gestire.

All’interno delle norme riguardanti i sistemi di gestione (qualità, sicurezza, ambiente) si parla di capacità, competenza e consapevolezza. Competenza è il parametro che consente di valutare le conoscenze specifiche possedute da ogni singolo soggetto e quanto, esso, sappia attingere ad esse.

La differenza tra competenza necessaria e competenza posseduta è il parametro di ingresso nel processo di definizione del piano formativo, finalizzato proprio alla riduzione ed eliminazione del gap tra i due parametri. Continua a leggere